23 Novembre 2015

L'ESPANSIONE DI JAQUET DROZ IN CINA RIVELA UN RAPPORTO PRIVILEGIATO

  • L'ESPANSIONE DI JAQUET DROZ IN CINA RIVELA UN RAPPORTO PRIVILEGIATO

L’inaugurazione di quattro nuove boutique monomarca in Cina nel corso del 2015 testimonia la volontà della Maison orologiera svizzera di rendere omaggio al legame secolare che la unisce all'Impero di Mezzo.

Jaquet Droz Opening in China Nov 2015 Ribon Cut

Perpetuare una storia comune che dura da numerosi secoli: questo è lo spirito che anima le nove boutique Jaquet Droz presenti oggi in Cina. Il dialogo fra la Maison orologiera e il paese-continente inizia nel XVIII secolo, sotto l'impulso di uno dei suoi fondatori, Henri-Louis Jaquet-Droz, che decide di fondare un atelier la cui produzione è destinata per la maggior parte alla Cina. Questi scambi frequenti permettono così al Marchio delle due stelle di intessere legami stretti e durevoli con il paese. Nel 1783 Jaquet Droz è il primo marchio orologiero ammesso nel palazzo imperiale, dove suscita il fascino dell'imperatore Qianlong e dei suoi cortigiani, grazie all'originalità delle sue creazioni. Ancor oggi alcuni di quei modelli storici sono conservati presso il Museo della Città Proibita.

Fedele alla sua tradizione, il marchio ha saputo preservare e mantenere questo eccezionale rapporto e, desideroso di rafforzare ulteriormente e promuovere questo legame privilegiato, nel 2015 ha inaugurato quattro boutique in tre delle principali città del paese. L'apertura di una boutique a Pechino nel mese di maggio, seguita da una seconda a luglio, e il lancio di un nuovo spazio all'interno dello Studio City a Macao, hanno segnato l'inizio di una nuova era nelle relazioni fra Jaquet Droz e la Cina.

A testimonianza ulteriore di questo legame basato su una storia comune, il 12 novembre scorso una nuova boutique ha aperto i battenti sulla West Nanjing Road, luogo prestigioso e imperdibile situato nel cuore di Shanghai. I festeggiamenti che hanno accompagnato questo evento si sono svolti all'insegna della scoperta e dell'iniziazione e hanno permesso ancora una volta a Jaquet Droz di trarre ispirazione da un'ambizione immutata fin dalle sue origini: sorprendere, affascinare, ma anche raccontarsi.

Jaquet Droz Opening in China Nov 2015 Boutique Interior

La nuova boutique dispone di eleganti vetrine che, grazie ad un'illuminazione ad arte, espongono i vari modelli Jaquet Droz come autentici capolavori artistici. I clienti vengono accolti in uno spazio raffinato dalle linee sobrie, che gioca sulle tonalità dell'ardesia e che crea una scenografia minimalista, fedele allo spirito del marchio. Numerose illustrazioni sulle pareti mettono in risalto i vari mestieri d'arte, vero e proprio savoir-faire della Maison orologiera.

In occasione della cerimonia di inaugurazione, Jaquet Droz ha fatto venire appositamente dai suoi Ateliers d'Art un artista per rivelare al pubblico l'infinita delicatezza della miniatura su quadrante nel corso di un'esclusiva dimostrazione.

Jaquet Droz Opening in China Nov 2015 Painting Workshop

L'evento è stato anche caratterizzato dalla presentazione del Grande Seconde Deadbeat, capolavoro di complicazione orologiera discretamente rielaborato, con la lancetta dei secondi situata al centro del quadrante, e del Charming Bird, prodezza tecnica e artistica che si distingue per l'automa che riproduce un uccello canoro, che ha ricevuto un premio nella categoria "Exception mécanique" (Eccezione meccanica) in occasione del Grand Prix d’Horlogerie de Genève 2015 (Gran Premio di Orologeria di Ginevra). Fedeli al gusto estetico di Jaquet Droz, questi segnatempo rievocano la cultura della meraviglia e l'amore per la tradizione, due tratti emblematici che uniscono il marchio orologiero svizzero all'Impero di Mezzo.